Benvenuto su www.mandese.it i tuoi libri a portata di click!

Casa Editrice e Libraria Mandese

  • 1880 Nicola Mandese negli ultimi decenni del XIX secolo si trasferisce dalla città campana di Nola a Taranto dove avvia la propria attività e allaccia relazioni con il mondo culturale e sociale locale, in particolare con Pietro Acclavio cui oggi è intitolata la Biblioteca Civica. Fin dalle origini l'attività dei Mandese è stata rivolta all'universo del libro, dalla produzione alla vendita; tutto comincia con Vallardi per la coedizione del Dizionario enciclopedico Melzi nel 1882.

  • 1936 Antonio sulle orme del padre Nicola, fonda la prima Casa del Libro, ubicata in via d'Aquino salotto della città, dove tra i suoi antichi scaffali lignei si confondono e si mescolano odori e ricordi del passato. E' una struttura che ancora oggi ricorda uomini e cose scomparsi, ma riesce a mantenere un rapporto vivo e saldo con il passato proiettandosi al futuro.

  • 1950 Gli anni della guerra lasciano ferite profonde in città e nel suo tessuto sociale: spopolamento, emigrazione, sfiducia e paura frenano le attività imprenditoriali e quelle culturali nella maniera più assoluta. Si continuano a pubblicare testi di diversa natura, ma questo decennio è caratterizzato soprattutto da varie iniziative culturali, sono gli anni in cui la libreria è il salotto della città e Antonio Mandese promuove e partecipa a numerose iniziative culturali, sono gli anni dei poeti, degli scrittori, sono gli anni del Premio Taranto.

  • 1978 s'inaugura la seconda sede de "La casa del libro" in quello che oggi, rappresenta il fulcro commerciale della città di Taranto: Viale Liguria, ed al primo piano dello stesso edificio trovano spazio gli uffici della Casa Editrice Mandese, che prosegue la sua attività con pubblicazioni di testi scolastici di riferimento per la produzione dell'epoca Comunità e Territorio.

  • 1982 Antonio Mandese riceve la Gerla d'oro del Premio Bancarella come Anziano tra i librai d'Italia. L'Editore, il libraio e la libreria diventano punto di riferimento culturale in città e non solo, nel momento in cui prendono forma in Italia le librerie indipendenti fondate sul rapporto e la fidelizzazione del cliente attraverso la pratica quotidiana della parola, il consiglio del libro, come farmaco essenziale, straordinario elisir di lunga vita.

  • 1985 Storia, Archeologia, Cultura e tradizioni locali pubblicazioni prestigiose e di grande successo tracciano un percorso puntuale della storia della città tra passato e presente: Taranto. Il Museo Archeologico unico Catalogo completo della collezione archeologica del Museo della città riaperto al pubblico negli ultimi anni dopo una lunga ristrutturazione ed oggi denominato MAR.TA.; sino alla ponderosa pubblicazione in due tomi curata dallo storico locale Roberto Nistri e intitolata Taranto Dagli Ulivi agli Alti Forni, L'Età dell'acciaio, per concludere con i successi de L'Anima incappucciata di Nicola Caputo vero e proprio best seller riguardante le tradizioni Pasquali nella città di Taranto che ha avuto il merito di ridestare verso questi riti e le tradizioni culturali locali in genere un interesse sopito.

  • 1989 Cenacolo Inizia una collaborazione con la Sezione di Taranto della Società di Storia Patria per la Puglia, e Mandese Editore diventa l'editore di riferimento della storica rivista, che pubblica tutt'oggi.

  • 1990 Editoria scolastica e Tempo reale l'Editore si contraddistingue per l'impegno nella pubblicazione di Narrativa, Classici, e volumi di approfondimento di Attualità.

  • 2004 L'Editore Mandese, pur restando indipendente, affida al Gruppo Loescher la promozione e la distribuzione delle sue opere sul territorio nazionale.

  • 2007 L'impegno è rivolto alla pubblicazione di dizionari: Latino, Filosofia, Mitologia e Spagnolo. Una collana di letteratura per ragazzi, italiana e straniera.

  • 2009 Università. L'Editore inaugura una nuova collana universitaria che comincia con la pubblicazione di volumi per le facoltà di Giurisprudenza, Ingegneria, Scienze Politiche.